Lucarelli Lavanga & Partners Studio Legale dell'anno 2022

Nello scorso anno  Statista, in collaborazione con Il Sole 24 ORE, ha svolto, per il quarto anno consecutivo, l’indagine “Gli Studi legali dell’anno 2022” allo scopo di individuare le eccellenze del panorama legale italiano secondo le indicazioni di avvocati e clienti. 

La ricerca si è basata su oltre 20.000 segnalazioni di avvocati, giuristi d’impresa e società.  Sono 384 i migliori studi legali italiani.

Lo Studio Legale Lucarelli Lavanga & Partners, per il secondo anno consecutivo, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento quale Studio Legale dell'anno 2022 nella categoria M&A e Restructuring, confermando il risultato ottenuto nel 2021.

Un ringraziamento particolare a tutto il team dello studio ed ai nostri clienti che, continuando a credere in noi, hanno contribuito al raggiungimento dell'ambito premio.

 

Acquisizioni strategiche

 

L'Avv. Nicola Lucarelli con Amadori nell'acquisizione della filiera avicola molisana   

Leggi su Top Legal

 

 

Corso abilitante esperto nella composizione negoziata della crisi d'impresa

 

Il Gruppo 24 Ore, unitamente all'Accademia dei Dottori Commercialisti di Napoli e Valore24 Crisi d'impresa, ha organizzato il Corso abilitante per esperto nella composizione negoziata per la soluzione della crisi d'impresa.

L'Avv. Nicola Lucarelli interverrà come relatore trattando "L'esito dell'intervento dell'esperto ed il contenuto della relazione finale".

 

Anatocismo bancario ed usura. L'avv. Lucarelli ne ha parlato a Mi manda Rai tre

L’usura bancaria è una particolare forma di usura (reato previsto dall' art. 644 c.p.  e modifiche apportate dalla Legge 7 marzo 1996, n. 108) che consiste nell’erogazione di un credito (mutuo, prestito personale) concesso da un istituto finanziario (banca, finanziaria) a fronte di un tasso di interesse superiore a quello legale cosiddetto tasso di interesse usurario la cui determinazione viene fatta tenendo conto “delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito”.

La tematica degli interessi usurari è stata oggetto negli anni di rilevanti interventi legislativi (l. n. 108/1996, che ha modificato le previsioni normative penali e civili in materia, e L. n. 24/2001, di interpretazione autentica) nonché di significativi mutamenti giurisprudenziali (da ultimo Cass., Sez. Un., n. 24675/2017 e n. 16303/2018).

Il quadro normativo vigente è rappresentato dalla l. 7.3.1996, n. 108, Disposizioni in materia di usura, nonché dal d.l. 29.12.2000, n. 394, Interpretazione autentica della l. 7.3.1996, n. 108, convertito, con modificazioni, in l. 28.2.2001, n. 24. In particolare, la l. n. 108/1996, nel dichiarato intento di contrastare l’odioso fenomeno criminale dell’usura agevolandone la repressione e inasprendo le sanzioni civili e penali, ha provveduto a ridisegnare l’art. 644 c.p. e l'art. 1815 c.c.Completano il quadro delle fonti normative le Istruzioni per la rilevazione dei tassi effettivi globali medi (TEGM) ai sensi della legge sull’usura della Banca d’Italia e i Decreti del Ministero dell’Economia e delle Finanze che trimestralmente pubblicano sulla Gazzetta Ufficiale i TEGM rilevati dalla Banca d’Italia per conto del MEF (che concorrono alla definizione del tasso-soglia di periodo per la categoria di operazioni rilevate).

L'avv. Nicola Lucarelli ne ha parlato nella trasmissione Mi manda Rai Tre.

 

News ed ultimi orientamenti giuridici su: www.studiolegalelucarelli.net